martedì 14 marzo 2017

Faccio cose, vedo gente ...ciambella ricotta e cacao

"Faccio cose, vedo gente"...la prima volta che ho sentito questa frase lavoravo ancora nello studio legale, ormai secoli fa :), e il "mio" avvocato mi raccontava di una sua conoscente che utilizzava questa espressione per giustificare il suo "far niente", ma mi faceva ridere il modo in cui lui la imitava per far sembrare ciò che faceva....molto interessante :). Come dice il tormentone che ci ha accompagnato la settimana scorsa...Anch'io sono stata alle prese con la parte del "vedo gente", tenuto conto che abbiamo partecipato nel giro di pochi giorni a due feste di compleanno di ben tre compagni di classe del mio grandone e ad una "serata delle mamme" in occasione di una riunione di una famosa azienda che produce oggetti per la casa per la conservazione e non solo. E' stato tutto "molto divertente" per rimanere sempre in tema con la canzone e la festa di sabato, ancora all'insegna del Carnevale con bambini e genitori in maschera...alcuni papà erano davvero troppo buffi e vedere un "pelatone" con la parrucca alla Bon Marley fa sempre un certo effetto :). Peccato che il papi fosse impegnato per un corso di aggiornamento nel weekend, altrimenti anche lui si sarebbe messo in gioco e in competizione su chi portava i "capelli più lunghi" :). I bambini si sono divertiti e stancati molti e la sera in cui la mamma si è recata a casa di un'amica per la riunione suddetta, si sono concessi dei momenti speciali con il papà, guardando la partita e cercando gli "sfottò" per gli zii tifosi della squadra avversaria...peccato che poi gli zii si siano "vendicati" per la vittoria della loro squadra del cuore :).
Questa settimana è iniziata all'insegna del relax. Ieri con il maritino a casa ci siamo dedicati prima alla spesa e poi a sistemare in qualche modo il terrazzino, seminando nuove piantine...più che altro nuovi tipi di peperoncino, ormai si è convertito ai sapori forti della cucina "biccante", come dice lui con il suo finto accento calabrese :). Siamo poi andati insieme a prendere i bambini a scuola, felicissimi di sapere che oltre ad accompagnarli, il papi va anche a prenderli in quello stesso giorno...ci siamo fermati un pochino nel giardino condominiale per una corsetta veloce e per  raccogliere qualche fiorellino per la mami :D e poi di sopra a fare merenda e ad eseguire qualche compito assegnato. E mentre i nanetti erano impegnati con il papi, io mi dedicavo alla preparazione della cena e al dolce per la colazione.
Ho preparato una versione a ciambella di una torta alla ricotta e cacao che avevo già avuto modo di realizzare tempo fa, a seguito di una puntata de "Imenùdibenedetta), la "torta Antonia"...che mi era rimasta impressa perché la signora, che preparava questa ricetta, si chiama come la mia nonnina materna. La prima volta ho seguito alla lettera la ricetta, stavolta ho cambiato qualcosina...come ad esempio ho utilizzato la farina di riso anziché la farina bianca e ho ridotto un pochino la quantità di lievito rispetto alla classica bustina indicata. E' una torta morbida che si presta ad essere anche decorata con una semplice glassa al cioccolato oppure solo con zucchero a velo, gustata con il caffelatte è l'ideale per iniziare la giornata con energia.

Ciambella ricotta e cacao con farina di riso




la mia colazione

Cosa serve:
250 gr. di ricotta
250 gr. zucchero semolato (per me 200 gr.)
3 uova (x me bio delle "galline felici")
80 gr. di farina (per me farina di riso)
75 gr. cacao amaro
100 gr. di burro
1 bustina di lievito per dolci (per me 8 gr.)

Far sciogliere il burro a bagnomaria (oppure al microonde) e lasciare raffreddare un pochino.
In una boule inserire la ricotta e lo zucchero e mescolare con un frullino finché gli ingredienti non sono ben amalgamati. Unire poi le uova e mescolare ancora, aggiungere le polveri (farina, cacao e lievito) ed infine il burro sciolto. Amalgamare il tutto e versare in una tortiera foderata di carta forno o come nel mio caso in uno stampo a ciambella. Cuocere in forno, precedentemente scaldato, a 180° per circa 30 minuti. Fare la prova stecchino; se viene fuori asciutto, la torta è pronta e può essere sfornata. Lasciare raffreddare e poi togliere dallo stampo. Servire con una spolverata di zucchero a velo.
Buona colazione/merenda.




mascherine a gogò per la festa







8 commenti:

  1. Molto buona davvero Luisa, per una colazione perfetta! Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ma è bellissima e sicuramente molto soffice e golosa !

    RispondiElimina
  3. Mi piacciono molto i dolci con la ricotta.. sono soffici..golosi e leggermente umidi..Ottima la tua ciambella.. smack

    RispondiElimina
  4. Immagino come siano stati felici i bimbi di poter trascorrere un'intera giornata con il suo papi ^_^ bellissima la torta che hai preparato x la colazione..deve essere deliziosa ^_^

    RispondiElimina
  5. Mi segno questa deliziosa ciambella, non ho dubbi che sia ottima per cominciare bene la giornata!!!
    Baci

    RispondiElimina
  6. Super cioccolatosa!!!! Una delizia.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  7. Buona! Anche a me piacciono molto i dolci con la ricotta e li faccio spesso. Mi piace leggere della tua famiglia, lo so te l'ho già detto ma quando vengo qui a leggerti, respiro tanto amore di casa. Un bacione

    RispondiElimina
  8. Bello il tuo racconto bella giornata ecc e anche buona a e figurosa la torta. Alle volte anche il far niente è far qualcosa perché pensare a non fare niente e già un .... lavoro. Buona domenica.😚

    RispondiElimina